Onenote di Microsoft è uno strumento potente che ti permette di lavorare al tuo romanzo da diversi dispositivi. In questo video spiego come utilizzare onenote per scrivere un romanzo, anche a 4 mani.

Usare onenote per scrivere un romanzo

I vantaggi di questo software sono molteplici: ci permette di tenere il materiale del nostro romanzo in un unico posto e sul cloud. Così potremo lavorarci da diversi dispositivi o, come nel mio caso, collaborare a distanza con un’altra persona.

Le strutture che possiamo utilizzare per il nostro romanzo sono potenzialmente infinite. Io stessa ne ho cambiate diverse prima di arrivare a quella definitiva che uso ora, che è addirittura differente da quella illustrata nel video. L’importante però è comprendere il meccanismo e per fare questo lo schema che racconto nel video è comunque uno strumento valido. Queste sono le 6 sezioni che servono, tutte nello stesso taccuino:

  • Plot: dove vanno inserite le informazioni relative alla storia (fabula e intreccio) e al mondo, così da averle tutte raccolte in un unico posto;
  • Personaggi Principali: qui trovano casa le schede dei protagonisti e dell’antagonista;
  • Personaggi Secondari: dove annoteremo le informazioni sui comprimari e gli aiutanti;
  • Idee e Log: dove appuntare idee che non trovano direttamente posto altrove o annotare informazioni sul lavoro fatto e quello ancora da fare;
  • Ricerche: il posto giusto per tutte le informazioni che avete dovuto googolare per il vostro romanzo;
  • Cestino: in cui spostare pagine che al momento non servono più. Mi raccomando, non si butta mai via niente.

Ora le abbiamo viste tutte insieme brevemente, ma ho intenzione di dedicare a ogni sezione un articolo specifico, al fine di sviscerarle meglio. Nel frattempo godetevi il video per approfondire un po’ come poter usare onenote per scrivere un romanzo.

Vi lascio al video riassuntivo. Buona visione.

video_post_url

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *