La legge di attrazione in psicologia è la manifestazione positiva della profezia che si autorealizza, un costrutto che spesso appare in modo limitante nella nostra vita.
Ecco perché dobbiamo imparare a pensare positivo.

Legge di attrazione e profezia che si autorealizza. Come funzionano?

La profezia che si autorealizza affligge soprattutto persone ansiose o estremamente caute che quando perdeguono un obiettivo si arrendono prima di tentare. Lo fanno prevedendo un esito negativo per le loro azioni, esito che in realtà è proprio il risultato della loro mancanza di azione. Sostanzialmente attirano su di loro il fallimento tanto temuto.

Il problema è che questo fallimento rappresenterà un precedente e rinforzerà la loro insicurezza impedendogli di buttarsi per cogliere l’occasione successiva. Presto o tardi il tutto si trasforma in un circolo vizioso di paura di fallire, che rischia di condurre all’immobilismo totale.

Ma cosa succede se invece pensiamo positivo?

Se impariamo a mettere da parte i nostri pensieri limitanti, acquisiamo fiducia in noi stessi e pensiamo positivo non dovremo più temere l’auto-sabotaggio. A questo punto ogni nuovo successo che avremo raggiunto perché eravamo convinti di farcela rinforza la nostra sicurezza. Questo ci spingerà poi a lottare ancora per raggiungere gli obiettivi successivi.

Un altro cardine della legge di attrazione: la reciprocità.

La legge di attrazione contiene oltre alla profezia che si autorealizza uno dei baluardi fondanti della convivenza fra essere umani: la reciprocità delle azioni.

Sostanzialmente la legge di attrazione ci ricorda che spesso (anche se non sempre) le buone azioni sono come un boomerang: tornano indietro.

Questo può sembrare banale, ma nella nostra società che sta diventando individualista è giusto ricordare che le buone azioni del singolo si riflettono sul gruppo.

Conclusioni.

Rieducare la nostra mente a pensare positivo non è semplice, specialmente se abbiamo molte convinzioni limitanti. Se abbiamo un passato di fallimenti veri, immaginati o presunti lanciarsi in situazioni nuove può richiedere uno sforzo importante. Secondo la legge d’attrazione però (che come avrete capito possiamo chiamare semplicemente profezia che si autorealizza) è fondamentale imparare a farlo. Si rischia sennò di cadere in quel circolo vizioso di immobilità che ci impedisce di crescere nella vita e nel business.

Nella legge di attrazione quindi non c’è nulla di mistico o misterioso, nessuna energia dell’universo o magnetismo barocco. C’è solo l’impegno da parte nostra a non arrenderci di fronte alla difficoltà e al fallimento che, in fin dei conti, fanno parte del gioco.

Per approfondire:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *