La notizia non è ormai neanche troppo fresca: #Instagram, secondo gigante di casa Zuckerberg, sta sperimentando un nuovo feed nel quale ha deciso di non mostrare il numero totale dei like ricevuti da ogni post. Ma qual è il motivo per cui Instagram toglie la conta dei like dalla sua interfaccia e cosa cambia per noi utenti?

Sempre più spesso si sente parlare dei terribili rischi a cui ci esponiamo utilizzando i social media: furto di identità, cyber bullismo, revenge porn sono termini che stanno entrando con forza nel dibattito sociale, soprattutto per quanto riguarda giovani e giovanissimi.

Ma i pericoli della rete riguardano anche noi adulti e sono di tipo più subdolo perché interessano la nostra sfera privata e il modo che abbiamo di vedere noi stessi.

perché Instagram toglie la conta dei like

I rischi della rete.

Uno sguardo veloce alle principali insidie delle reti sociali.

Se è vero che la rete nasconde maggiori insidie per i giovani e chi ha poca dimestichezza nel suo utilizzo, anche gli utenti più esperti sperimentano problemi quotidiani nel suo uso.

Oggi leggevo di una pagina Facebook sulla psicologia presa di mira da un utente che ne contatta privatamente i follower per convincerli a togliere il like. L’utente in questione starebbe usando come strumento di persuasione la calunnia verso gli amministratori stessi, raccontando eventi mai accaduti, e un linguaggio offensivo. I titolari della pagina hanno deciso di ricorrere alle vie legali, ma molti altri decidono di lasciar correre convinti che sia solo tempo perso.

Anch’io sono stata vittima con due pagine Facebook di burle per niente divertenti. Due persone hanno sfruttato lo strumento delle recensioni per sfogare la loro frustrazione. Addirittura uno di questi mi ha accusato di proporre truffe alimentari. La recensione è stata cancellata subito dopo, ma ne conservo ancora lo screenshot. E anche io purtroppo ho deciso di non denunciare per non incappare nelle lungaggini della giustizia.

Certo è che quando decidiamo di esporci in rete raccontando tematiche che ci stanno molto a cuore dobbiamo essere pronte a ricevere critiche e predicozzi. Ne so qualcosa io che sono presente in rete da anni. Farete bene a saperlo anche voi se avete in mente di creare contenuti e metterli in rete.

Oltre al rischio di essere criticate dovete considerare anche la possibilità di venire emulate, copiate, incomprese, che il vostro messaggio venga pericolosamente distorto e così via. Possono rubare la vostra intera identità, usando le vostre foto o il vostro nome come se fosse roba loro.

Guai poi a fidarvi di mettere in rete le vostre fotografie in costume sulla spiaggia: rischiate di ritrovarle rimbalzate nei luoghi più squallidi dell’internet. Per non parlare delle notti insonni che dovreste passare ripensando alle foto in intimo che avete mandato al vostro ex… Chissà cosa ne ha fatto.

Un rischio su cui però non ci mette in guardia nessuno (o quasi) è quello per la nostra #autostima.

Instagram toglie la conta dei like, perché?

Le terribili conseguenze del “mal di cuoricini” sulla nostra autostima.

perché Instagram toglie la conta dei like

L’uomo, si sa, è un animale sociale. La nostra capacità di relazionarci con gli altri, di essere accettati dalla comunità è legata alle nostre possibilità di sopravvivere.

Quando i feedback che riceviamo dall’ambiente mettono in dubbio questa abilità la nostra autostima ne risente fortemente. Alcune ricerche hanno messo in luce un’aumentata incidenza di stati ansiosi, depressione e disturbi del sonno nei ragazzi che usano i social. Fra tutti Instagram sembra quello che ha una maggiore influenza negativa e non ci vuole una laurea magistrale in psicologia per capirne il motivo. La maggior parte dei feed di IG riflettono standard di vita fantascientifici e sembra che fotomanipolazione e “abbellimento della realtà” sulla piattaforma siano direttamente proporzionali al successo dell’account che ne fa uso. Non tutti hanno però gli strumenti per comprendere dove finisce la verità e inizia il filtro. In particolare di questo uso scriteriato della rete sembrano farne le spese i giovani.

Per questo ora Instagram toglie la conta dei like. O almeno a me piace pensare che sia per questo. Una decisione ancora sperimentale e sicuramente molto coraggiosa che limita per lo meno i danni, evitando il costante confronto con il successo degli altri utenti.

Certo molta strada resta ancora da fare e non sono sicura che si possa arrivare a eliminare del tutto queste problematiche dal panorama dei social media. Instagram del resto è una piattaforma che sfida la competitività degli utenti mostrando sul profilo, accanto al numero di foto pubblicate, quello dei follower e degli account seguiti. Un’interfaccia che sbatte costantemente in faccia ai piccoli profili quella che viene percepita come inidoneità.

Conclusioni.

Sui like in generale e su come non farne una malattia.

Togliere del tutto i like, però, significherebbe eliminare buona parte dell’interazione nella maggior parte delle piattaforme. Anche la stessa #YouTube, che come emerso dalla ricerca citata è l’unico sito social ad avere effetti benefici sullo stile di vita degli adolescenti, ha un suo sistema di like e dislike. Facebook ha ampliato la possibilità di interagire velocemente inserendo da qualche anno le reaction. Neanche Twitter, social fortemente basato sui contenuti testuali, ha saputo rinunciare ai cuoricini. Per ora il primato di social senza funzione like rimane a Pinterest, che probabilmente ha deciso di disfarsene quando ha capito che la funzione era ridondante e in conflitto con quella principale: se un’immagine mi piace la pinno, se mi dai la possibilità di lasciare un pollice in su non pinno più nulla.

Rimane allora a noi scegliere la strada più sensata. Comprendere e spiegare a più persone possibile che Instagram non è la vita vera. Capire che siamo fatti sì per interagire socialmente, ma con un piccolo entourage di persone care, al massimo conoscenti e imparare a fregarcene dei risultati di chi ha più successo di noi sui social. In fondo non tutte da grandi vogliamo fare le influencer.

Follow my blog with Bloglovin

A proposito di Instagram…

Segui il mio profilo per tenerti sempre aggiornata su iniziative e nuovi post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *